Il Concorso Nazionale "Top Gun Italia EDF" - Anno 2018

Concorso EDF FIAM®/ACAME 2018

        Ad Anghiari, in occasione della prova “0” del Concorso EDF FIAM®/ACAME dell’ottobre scorso, è emerso un tale entusiasmo  per questa iniziativa dedicata agli EDF che, su richiesta di alcuni Club, nel 2018 le prove valide per il Concorso EDF FIAM/ACAME 2018 saranno tre e cioè una al Sud, una al Centro ed una al Nord in modo da permettere ai tanti aeromodellisti italiani “ventolari” di partecipare a questa nuova ed interessante iniziativa.
        In relazione a ciò stiamo apportando qualche semplice modifica al regolamento di gara in modo da permettere una partecipazione ancora maggiore di aeromodellisti appassionati di EDF per cui  possiamo anticiparvi che per il 2018 ci saranno diverse novità interessanti.

        Le condizioni, molto semplici, per richiedere l’organizzazione di una prova sono principalmente le seguenti:

  1. invio da parte del Club di una richiesta formale FIAM®/ACAME entro il 15 gennaio 2018,
  2. fornitura di un programma di massima con l’indicazione della data di effettuazione, elenco risorse operative, indicazione delle  coordinate del campo di volo, programma di intrattenimento del sabato, elenco alberghi, ecc.,
  3. garanzia che il Club ed il relativo campo di volo sono in possesso di adeguata copertura assicurativa per danni verso terzi, anche in occasione di gare.

        In relazione ai molteplici impegni organizzativi che la FIAM®/ACAME avrà nel 2018 (Corso Giudici F3A, gare di Campionato Italiano e di Coppa del Mondo F3A, esami per l’ottenimento dell’Attestato con abilitazione al pilotaggio, ecc.) sono state impostate a tavolino per queste tre gare le seguenti date:

  1. 1a prova al Sud 5/6 maggio (alternativa 12/13 maggio)
  2. 2a prova al Centro 9/10 giugno (alternativa 16/17 giungo
  3. 3a prova al Nord 21/22 luglio (alternativa 1/2 settembre)

 

        La FIAM®/ACAME porrà a disposizione dei Club organizzatori quanto segue:

  1. assistenza organizzativa,
  2. giudici di gara
  3. programma conteggi,
  4. coppe e premi vari,
  5. contributo economico

        Ovviamente siamo a disposizione di tutti gli interessati per qualsiasi
chiarimento necessitasse. Intanto vi invito  ad indovinare chi è il signore della fotografia sottostante e cosa sta guardando con tanto interesse in tenuta invernale ma con occhiali da sole.
Per agevolarvi nella ricerca posso anticiparvi che è stato colto in … fragranza …. il 6 dicembre scorso alle ore 12 ca in quel di Calcinatello….!

        Chi risponderà correttamente entro il 20 dicembre p.v. riceverà un bel dono per l’imminente Natale.

 Adolfo Peracchi


9. continua

Identifica il personaggio

    Poiché ad oggi nessuno ha individuato il personaggio della foto proposta il 8/12/u.s., onde agevolare al massimo le risposte corrette aggiungiamo la seguente foto che rappresenta il delegato per il Trentino Alto Adige, Claudio Dorigoni, mentre sta provvedendo ad effettuare delle riprese.
    Le domande ora sono due: chi è il signore della prima foto e che cosa sta riprendendo Claudio Dorigoni anch’egli presente a Calcinatello il 6 dicembre scorso? Ovviamente chi risponderà correttamente riceverà due doni e non più uno.
    Forza dunque perché le riposte non sono difficili.

10.continua

11. Concorso EDF 2018

Identifica il personaggio

Finalmente siamo in grado di sciogliere il mistero!
Quel signore ripreso dalla telecamera di Claudio Dorigoni è il vincitore del Top Gun EDF di Anghiari dell’ottobre scorso e cioè Marco Gandini, ex comandante Alitalia ed ex pilota militare.
A Calcinatello stava collaudando un modello EDF di nuovo progetto ed il risultato è stato interessante come risulta dal report sottostante:

Report collaudo

  • Rullaggio
    Il modello rulla stabilmente mantenendo una buona direzionalità una volta adeguatamente trimmato. Ad un primo esame il carrello nel suo insieme risulta eccessivamente rigido e il profilo delle ruote troppo sottile per un eventuale utilizzo su piste erbose. Andrebbe inoltre alzato per evitare che la coda impatti la pista durante le fasi di decollo e atterraggio.
  • Decollo
    Durante la corsa di decollo il modello mostra una eccessiva tendenza a deviare dalla traiettoria rettilinea, assolutamente inusuale per un modello a getto. Tendenza difficile da correggere una volta in volo a causa della mancanza del timone di direzione funzionante. Ad un successivo esame statico lo stabilizzatore risultava fissato assimmetricamente rispetto all’asse longitudinale ed al piano orizzontale. Una volta corretta la posizione, il difetto, amplificato anche dalla notevole potenza del motore, scomparirà completamente.
  • Volo
    In volo il modello risulta docile e facile. La sua natura di gran volatore si evidenzia dal fatto che il volo è stato effettuato praticamente a mezza manetta, figure acrobatiche comprese. Questa dote ha conseguentemente provocato un basso consumo della batteria a tutto vantaggio dell’autonomia di volo.
    Vista la struttura estremamente leggera delle ali del prototipo, prive di longherone a tutta apertura e senza rivestimento portante, si sono evitate manovre brusche limitandosi ad effettuare delle virate sfogate e alcuni tonneaux. Comunque le ali non hanno mostrato segni di flessione e di svergolamento eccessivi anche sotto completa deflessione degli alettoni.
    Si è effettuata una prova di stallo in linea di volo senza motore ed il comportamento è stato neutro con leggera caduta di muso, ali livellate e trascurabile perdita di quota.
    Nella prova a “tutta manetta”, sempre a causa della potenza e della posizione elevata del propulsore, si è evidenziata una decisa tendenza a picchiare abbastanza fastidiosa e sicuramente da correggere.  La posizione del baricentro è risultata sufficiente per garantire la controllabilità anche se un minimo di instabilità residua soprattutto sotto motore suggerisce di avanzarla almeno di circa 5 mm e far seguire ulteriori prove in volo per determinare la posizione ottimale.
  • Avvicinamento
    Il profilo alare risulta molto efficiente e, mancando i flaps, bisogna
    togliere motore già in base per evitare di andare “lunghi”.
    Durante la prova di riattaccata, l’applicazione della massima potenza, unita alla posizione elevata del motore ed alla bassa velocità, ha provocato un brusco ed inaspettato momento picchiante che ha fatto sfiorare la pista. Bisognerà assolutamente tenerne conto in futuro miscelando all’avanzamento della manetta un’opportuna quantità di comando a cabrare.
  • Atterraggio
    L’atterraggio è risultato relativamente laborioso a causa dell’estrema efficienza del profilo, del centraggio arretrato e soprattutto dell’eccessiva rigidità e della scarsa altezza del carrello. Si è innescata una serie di rimbalzi amplificati poi dal ruotino anteriore messosi improvvisamente di traverso per il cedimento del grano di fissaggio. Con le necessarie modifiche e correzioni anche questa manovra risulterà decisamente più semplice.
  • Conclusione
    Il “F – Jet” ha dimostrato, nonostante gli inevitabili difetti di gioventù, di essere un aeromodello semplice, robusto e divertente adatto ad una vasta platea di modellisti ed è sicuramente un ottimo “entry level” per tutti coloro che si vogliono cimentare nella disciplina EDF senza dover affrontare complicazioni tecnologiche e costi proibitivi. 

Calcinatello 6 dicembre 2017
Marco Gandini

Macintosh HD:Users:fiam:Desktop:IMG_1474.jpg

Di che modello si tratta? Ne parleremo nella prossima puntata e nel frattempo ricevete i migliori auguri dallo staff della FIAM per le prossime festività.

11. continua

12. Concorso EDF 2018

Calendario gare/incontri EDF 2018
    La gara/incontro  EDF organizzata ad  Anghiari dell’ottobre scorso ha aperto una grande finestra su un mondo, quello dei modelli propulsi da una ventola intubata elettrica, assai intrigante, variegato e frequentato da ottimi aeromodellisti.
    Difatti diversi club ci hanno chiesto di organizzare per l’anno 2018 un evento per questa nuova categoria e pertanto vi presentiamo il calendario 2018 che prevede tre gare/incontri EDF in attesa di segnalarvi altre importanti novità legate a questo nuovo settore così fortemente sostenuto dalla FIAM®:

    • 1a prova a Oria (BR) 12/13 maggio 2018 (data di riserva 26/27 maggio)
    • 2a prova ad Ancona (AN) 16/17 giugno 2018
    • 3a prova a Fornace (TN) 21/22 luglio (data di riserva 1/2 settembre)

    L’Associazione Aeromodellistica Volare Sud, l’Associazione Aeromodellistica Ancona, il Gruppo Aeromodellistico Trentino vi danno quindi appuntamento  per il 2018 sulle loro piste per divertirsi in sicurezza con gli EDF mentre la FIAM fra poco annuncerà altre novità assai importanti per questa nuova categoria tra le quali il nuovo programma di figure da eseguirsi (eventualmente) durante il volo e che, nelle intenzioni, dovrebbe porre anche i modelli più imponenti nella condizione di confrontarsi al meglio con i loro consimili di dimensioni più ridotte.

12. continua

13. Novità EDF in casa FIAM
    Svelato il mistero sull'identità del personaggio che a Calcinatello pilotava un modello EDF e che, come abbiamo visto, era Marco Gandini vincitore del “1° Trofeo Top Gun FIAM” di Anghiari, pubblicato il suo report del collaudo del prototipo fatto volare in quel giorno, siamo pronti a parlarvi di questo nuovo modello che ha tutte le caratteristiche per essere un buon EDF: è accattivante, diverso, semplice, buon volatore, relativamente poco costoso e soprattutto molto adatto a chi vuol volare con un EDF quasi come con un modello normale ed inoltre è validissimo per eseguire tutto il programma EDF FIAM/ACAME.
    Come prima cosa è sicuramente accattivante la sua linea inusuale, è senz'altro diverso perché ha il gruppo motore/ventola sistemate in alto, per cui molto efficienti ed assai accessibili, è semplice in quanto ha la fusoliera tutta d’un pezzo ed il carrello fisso, è un buon volatore non solo perché l'ha dichiarato molto professionalmente il collaudatore ma anche perché è visibile ad occhio nudo, come hanno affermato coloro che hanno assistito alle due prove di collaudo, relativamente poco costoso in quanto usa una ventola da 80 mm. con 6 celle Lipo di media scarica e, ribadisco, molto adatto a svolgere il programma della EDF FIAM.
    La fusoliera non è in EPP, come succede normalmente in questo tipo di modelli e non è in balsa, materiale alternativo usato per contenere il peso entro limiti interessanti ma  per realizzare questa fusoliera si è usato la fibra di vetro epoxy gelcoattata in bianco, che è un materiale molto leggero ma contemporaneamente assai robusto.
    Si è così ottenuta una fusoliera anche molto capiente dove si può accedere con grande facilità alle batterie e agli altri accessori, e dove è stato possibile incorporare il pilone della ventola, sempre in fibra, mentre le ali e lo stabilizzatore sono in espanso a celle molto compatte. Sia le  ali che lo stabilizzatore possono essere ricoperti con del semplice termoretraibile colorato senza pregiudicare la robustezza.
    L’apertura alare è di mm. 1500, la lunghezza della fusoliera è di mm. 1300, lo stabilizzatore ha un’ampiezza di mm. 800 ed il peso con 6 celle da 5200 mAH è di gr. 3000 . L’ala è in due pezzi ed ha la baionetta di stoffa di carbonio (non quindi quello estruso) e lo stabilizzatore è mobile per un facile trasporto.
    Ma quello che è fondamentale, importante e decisamente  anomalo, e quindi molto “in” è che è tutto italiano, dal progetto alla produzione dei pezzi, dalle istruzioni al materiale contenuto e, dulcis in fundo, riproduce molto bene un areo progettato da una grande progettista di aerei “full size” , già ottimo aeromodellista, per una azienda aeronautica italiana proprio in tempi recenti.
    In attesa di addentrarci in questo nuovo progetto riportiamo il Regolamento FIAM/ACAME, così potrete già allenarvi,  valido per le prossime gare/incontro organizzate al Sud (Bari), Centro (Ancona) ed al nord  (Trento) nel 2018 e come da calendario già pubblicato.

 Regolamento generale EDF FIAM/ACAME

13. Continua

14. Concorso EDF 2018 ed il F-JET

    La FIAM® sta coordinando a livello nazionale la gestione del Concorso EDF 2018 e cioè l’insieme delle tre gare/incontri che si svolgeranno al Sud, al Centro ed al Nord e che proclameranno il “The Best FIAM” ed il “Top Gun ACAME” nazionale e cioè il miglior pilota EDF ed il miglior modello EDF.    
    In quest'ottica abbiamo approntato, tramite aeromodellisti iscritti alla FIAM® e  dopo un lungo studio di fattibilità, uno speciale modello EDF, denominato FIAM-JET (F-JET) atto ad eseguire sia il programma di volo così come indicato nel regolamento recentemente pubblicato su questa stesse pagine sia a ben figurare dal punto di vista estetico in queste gare/incontri e di cui ve ne abbiamo parlato nella precedente puntata.

     

    In attesa di presentarlo tecnicamente in maniera dettagliata eccovi il filmato del volo di collaudo avvenuto a Calcinatello il 6 dicembre u.s. con ai comandi l’ex comandante Alitalia ed ex pilota militare nonché vincitore ad Anghiari del Trofeo Top Gun 2018 e cioè il socio Marco Gandini di cui alla foto sopra.
    Il modello ed il suo kit costruttivo verrà presentato ufficialmente al “Model Expo” di Verona del 17 e 18 marzo p.v. per cui vi attendiamo allo stand FIAM® per festeggiare insieme ai progettisti del FIAM–Jet quest'ultima nostra iniziativa.

14. Continua

15. La prima gara/incontro del Concorso FIAM/ACAME EDF ad Oria (Brindisi)

      Come segnalato a più riprese su queste stesse pagine il Concorso Nazionale EDF si articolerà quest’anno su tre gare/incontri e cioè la prima al Sud (Bari), la seconda al centro (Ancona) e la terza al Nord (Trento) a dimostrazione che quando i Club e gli aeromodellisti vengono sollecitati con iniziative nuove ed intriganti la risposta è sicura ed immediata.
      Ecco le informazioni logistiche relative al primo evento per il quale tutti gli aeromodellisti interessati dovranno contattare per tempo il referente della gara/incontro previsto mentre la scheda di adesione, qui allegata, dovrà essere inviata a paola@fiamaero.it

1° prova ad Oria (BR) 12/13 maggio 2018

Ente organizzatore:
Referente:
Riferimenti:
Pista di volo:
Coordinate GPS:
Strutture operative:

“Sudinvolo”
Arturo di Benedetto
e-mail:
dibenedettoarturo@gmail.com
- cell.re 328 6135298
Aviosuperficie “Alipulia”
40° 28’ 33” N   17° 36’ 35” E
Strutture operative: pista di volo, capannoni, club house, albergo, ristorazione,  centro benessere presso il Resort Laurito
posto sulla Statale 54 in località Francavilla Fontana Manduria km.5 – Oria (Brindisi)

 Scheda d'iscrizione

15- continua

16. La 2°prova ad Ancona del Concorso EDF

      Il Club organizzatore, Gruppo Aeromodellisti Valcesano, sta lavorando intensamente per accogliere al meglio i partecipanti alla seconda prova del 1° Concorso EDF FIAM/ACAME ed proprio per questo ci ha trasmesso un video che mostra un EDF lanciato con la fionda che vola sulla pista per aeromodellisti della aviosuperficie omonima.
      Ecco il link relativo che ci fa piacere inserire in questo contesto a dimostrazione che alla fin fine conta e molto l’organizzatore.
      Con l’occasione ricordiamo che:

  1. sono ammessi anche voli per procura cioè il modello di tizio può essere pilotato da caio ma tizio comparirà nella classifica “Top Gun” in base al punteggio ottenuto che però verrà dimezzato.
  2. con la stessa iscrizione un pilota può iscrivere più modelli che entreranno in classifica in base al punteggio ottenuto,
  3. la premiazione del Concorso EDF avverrà in una occasione specifica, forse durante il pranzo natalizio organizzato dalla FIAM® a Calcinatello, e risulterà vincitore della categoria Top Gun chi avrà ottenuto il maggior numero di punti ottenuti in base alla seguente tabella: al 1° classificato di ogni gara verranno assegnati 25 punti, al secondo 18, al terzo 15, al quarto 13 ed al quinto 10,
  4. per quanto riguarda il vincitore della categoria “The Best” vale solo il punteggio ottenuto come 1° classificato e cioè 25 punti

      Mancano ormai pochissimi giorni all’evento (16 e 17 giugno 2018) e quindi affrettatevi


La 2° gara/incontro del “Concorso EDF FIAM-ACAME” ad Ancona

      Archiviata la prima prova ad Oria (BR) eccoci pronti per partecipare alla seconda in programma ad Ancona il 16/17 giungo p.v.
      Gli aeromodellisti interessati dovranno contattare per tempo il referente della gara/incontro sig. Tomasino Salvatori mentre la scheda di adesione, qui allegata, dovrà essere inviata anche a Paola paola@fiamaero.it .

 

      Il Gruppo Aeromodellisti Valcesano ospiterà i concorrenti ed i loro accompagnatori presso il campo di volo della Aviosuperficie Valcesano su di una pista in ECO-gomma di mt. 110X10, con rete di sicurezza, grande parcheggio auto, ampio spazio box piloti pavimentato con tavoli, centro di ricarica batterie lipo a cella solare ecc., offrendo quindi un luogo di gara al disopra della media.

Macintosh HD:Users:adolfoperacchi:Desktop:pista_valcesano.jpg

      Ecco qualche idea sul pernottamento pervenutaci dal Club organizzatore:
- Albergo a 300 mt dall'aviosuperficie  piccolo Hotel san Cristoforo.
- Albergo a 3 km verso monte contattato per i giudici camera singola Hotel ristorante Ausonia
- Albergo con piscina e country house a 4 km dal campo volo  adatto a chi porta la famiglia al seguito Tenuta il giogo

mentre i riferimenti degli organizzatori sono i seguenti:

Salvatori Tomasino 335263098 salvatom47@alice.it
Mancinelli Emilio 3891775356 mancio.emilio@gmail.com
Antonio Rossetti 3358120914 a.rossetti51@gmail.com
Simoncioni Francesco 3313710882 francesco.simoncioni@gmail.com

      Anche per questa prova la FIAM® ha previsto di assegnare al Club organizzatore una serie di premi come risulta dall’elenco che segue:

1 coppa in cristallo x vincitore “Top Gun”
1 coppa in metallo per 2° classificato “Top Gun”
1 coppa in metallo per 3° classificato “To Gun”
1 Coppa in metallo per vincitore “The best”
1 aerografo silenziato
1 caricabatteria B6
1 coltellino svizzero
1 motore elettrico Scorpion  SII 3032
1 regolatore Hobby King 90A
3 libri 100 anni
2 libri VVC
5 magliette FIAM
10 modelli per bambini

Arrivederci quindi a Monte Porzio per divertirci in sicurezza con l’EDF.

16. continua

16. Campionato EDF 2018 - Prima prova

      Sabato 13 e domenica 14 maggio si è svolta ad Oria, in provincia di Brindisi, sull'omonima aviosuperficie, la 1ª Prova del Campionato EDF 2018 - ventole elettriche.
      Anche se quest'anno il meteo è veramente un po' pazzo, il tempo è stato buono, e soprattutto senza vento.
      La neonata Associazione “Sudinvolo” iscritta alla FIAM® con il numero di repertorio 334, si è presa carico dell'organizzazione dell’evento in quanto finalmente Arturo di Benedetto è riuscito a realizzare l'idea, che coltivava da tempo con grande tenacia e passione, di riunire e coordinare in una nuova ed avveniristica organizzazione coloro che abitano, si muovono e volano con gli aeromodelli nelle zone del Sud d’Italia.
      ...... e questa prima prova del campionato FIAM/ACAME per EDF è stata la ghiotta occasione per mettere in mostra l’abilità e la voglia di confrontarsi degli aeromodellisti locali i quali, non in numero eccessivo in verità ma c’era da aspettarselo essendo tra l’altro la prima prova, hanno partecipato con grande passione e volontà di emergere a tutto campo.
      “Pochi ma buoni” si dice normalmente ed i 9 partecipanti sugli 11 iscritti hanno dimostrato con volontà e bravura che anche al Sud, ma non avevamo dubbi, si può essere competitivi e ben organizzati.  Lo spettacolo non è venuto a mancare anche se, e non ho capito per quale ragione visto che di tempo ce n'era in abbondanza, il terzo lancio non è stato effettuato lasciando i giudici di gara, in particolare quelli provenienti da Messina e da Pisa, nullafacenti per tutto il pomeriggio.
      Molto bravo e preparato ci è parso il vincitore del Top Gun, il Comandante Alessandro Antico, ed è stato veramente gratificante per una giuria ben preparata come quella presente ad Oria (Antico,  Villari e Lattanzi), giuria già in parte sperimentata lo scorso anno ad Anghiari, poter valutare un così eccellente pilota.
      Il vincitore del “The Best” e cioè il pilota il cui modello è stato scelto dal pubblico presente come " il migliore" purtroppo per un problema tecnico non ha potuto volare però si è consolato perché il suo Sabre, ben fatto e ben decorato, ha ottenuto il parere positivo dei presenti.
      La prova Zero realizzata lo scorso anno ha permesso di valutare come meglio gestire la nuova Categoria. Infatti durante i voli ad Anghiari si era visto che il programma non era ottimale, così domenica ha debuttato ad Oria il nuovo format del programma acrobatico in quanto il concorrente/partecipante, oltre ovviamente al decollo ed all’atterraggio, ha potuto scegliere 5 figure tra le 10 previste, permettendo quindi a chiunque di adattare il proprio stile di volo alle proprie capacità.
      La novità è stata molto apprezzata perché ha permesso ai piloti di gestire al meglio, secondo le proprie caratteristiche ed abilità, la propria scaletta di figure permettendo così a tutti di completare l'intero programma, gestendo al meglio l'autonomia delle batterie, cosa che aveva creato parecchi problemi ad Anghiari.
      Ottima la location sportiva dell’Aviosuperficie di Oria dotata di pista in terra battuta lunga quasi 600 mt. e con ai lati quella in erba ben rasata, oltre ad una ben attrezzata club-house.  Comodissimo anche il grande resort, ottenuto dalla ristrutturazione di un antico convento, situato a pochi metri dalla pista di volo, dotato di tutte le possibili comodità tra cui una grande SPA e soprattutto una splendida piscina all'aperto........ peccato non aver avuto il tempo di provarla!.
      Il ricco banchetto del sabato sera è stato consumato nel ristorante annesso al Resort della Tenuta Laurito ed al quale hanno partecipato una trentina di  commensali tra cui diverse signore con bambini mentre per il pasto della domenica si è risolto con un autonegozio molto ben fornito che al campo ha preparato vari piatti per i presenti.
      Godetevi ora le foto allegate e valutate la classifica di questa prima prova ed auspicate che almeno i vincitori del “Top Gun ACAME” e del “The Best FIAM” si presentino ad Ancona il 16 e 17 giugno ed a Trento il 21 e 22 luglio per confrontarsi al meglio con  i numerosi partecipanti previsti nella seconda e terza prova.
      Qualcuno obietterà che effettuare delle gare in Giugno ed addirittura in Luglio potrebbe limitare la partecipazione per via del gran caldo che si presenterà in loco ma anche questo potrebbe essere un alibi sconfessabile in fretta in quanto ad Ancona c’è il mare a due passi dalla pista che con la sua brezza rinfrescante metterà  a proprio agio i partecipanti mentre a Trento la pista è posta a 1000 mt. di altezza  e quindi, magari, bisognerà munirsi anche di maglioni!
      A presto dunque

      Adolfo Peracchi

Classifica TOP GUN

Classifica THE BEST

17. continua

17. Campionato EDF FIAM/ACAME 2018
Seconda prova ad Ancona

      Il gruppo di Ancona, presente ad Anghiari l’anno scorso in forze, ha organizzato in maniera professionale la 2ª prova del Campionato Nazionale FIAM/ACAME per EDF ed il risultato è stato notevole in quanto ben 19 partecipanti erano iscritti e a causa di varie vicissitudini, normali nella nostra attività, solo tre di questi hanno dovuto rinunciare ai voli.
      La pista che ha ospitato l'evento è stata l’aviosuperficie Valcesano che, lunga quasi 800 mt. e larga quasi 20, con manto erboso a livello di un campo da golf, ha permesso a tutti, grandi e piccoli EDF, di decollare ed atterrare al meglio mentre il vento, che comunque soffiava in asse pista, non ha dato grossi fastidi ai piloti ma li ha refrigerati.
      Quest'anno abbiamo notato un grande passo avanti rispetto alla Prova 0 dello scorso anno ad Anghiari.
      Infatti già ad Oria ma ancora di più sulla pista Valcesano i modelli presenti sono mirati a ben figurare nelle categoria specifica.
      Anche la scelta delle figure è diventata consona agli amperaggi impiegati ed il pilotaggio ha iniziato ad essere di livello notevolmente superiore alla media, evidenziando la presenza di allenamenti pre-gara intensi e soprattutto specifici.
      Peccato sia mancato il confronto fra il vincitore di Oria, Alessandro Antico, ed il vincitore di Anghiari, Marco Gandini, che comunque si è riconfermato anche qui a Valcesano seguito però a pochi punti da Luciano Zanchi che si è presentato con un modello nuovo (il suo F104 a ventola intubata a scoppio è rimasto giustamente a casa) e che nonostante la scarsa messa a punto (un volo solo prima della gara) ed un servo degli alettoni che faceva le bizze così come il carrello elettrico, ha tallonato a poco distanza il milanese cercando quindi la rivincita per il momento mancata.
      Ottimo terzo Arturo Di Benedetto che, forte dell’esperienza maturata ad Anghiari ed ad Oria, ha relegato al quarto posto l'anconetano Alberto Nasini a pari merito col riminese Franco Ferrini, che questa volta pilotava un ottimo acrobatico, l’Albatros, con ventola da mm. 120. Peccato che nel primo lancio abbia avuto difficoltà ad atterrare per via di un carrello bizzoso che gli ha fatto ottenere un basso voto in questa figura.
      Come si può vedere dalle classiche allegate anche gli altri piloti si sono battuti al meglio volando in entrambe le prove e facilmente migliorandosi, anche di molto, nella seconda portando in alto il livello qualitativo e dimostrando in questo modo il successo della nuova categoria.
      Ottima la location alberghiera sia per la vicinanza alla pista che per la gradevolezza e gentilezza dei gestori che si sono confermati di ottimo livello anche a livello culinario, servendo una cena veramente gustosa a tutti i partecipanti. Non è stato da meno il pranzo della domenica, cucinato dalla stessa mano della cena ma consumato sul campo all’interno di un hangar con risvolti aeronautici molto piacevoli.
      Visto che contemporaneamente alla nostra gara a Pesaro si esibivano le Frecce Tricolori abbiamo potuto assistere per ben due volte al decollo ed all’atterraggio, oltre ovviamente al volo, del biplano inglese Tiger Moth che nella sua splendida livrea gialla si recava in quella zona per deliziare gli spettatori presenti.
      Insomma ad Anghiari abbiamo potuto ammirare auto, moto e bici d’epoca, ad Oria un'oasi naturalistica di notevole bellezza oltre al volo di vari ultraleggeri mentre qui a Valcesano abbiamo potuto vedere da vicino l'aereo che, pilotato da Robert Redford, ci aveva fatto sognare nel film “La mia Africa” del 1985 diretto da Sydney Pollack.
      Ed a Trento, la cui data di effettuazione è stata posticipata per ragioni tecniche, al 8 e 9 settembre, cosa troveremo?
      Ecco un motivo in più per esserci!
      Ma a Valcesano c’è stata un’altra chicca in quanto prima Marco Gandini e poi per ben due volte Luciano Zanchi (filmato del volo ed intervista qui di seguito) si sono divertiti a testare in volo, se non a strapazzare, il F-Jet della FIAM per il quale sono state annunciate a breve delle novità sia in punto modello che in punto nuovo regolamento ad esso collegato.
      Nel ringraziare sentitamente l’intero staff dei Club Ancona e Valcesano con in testa i loro Presidenti Tomasino Salvatori e Francesco Simoncioni, i giudici Enrico Ornaghi, Ariberto Righetti e Stefano Camerini che si sono sorbiti sotto un sole cocente quasi 40 voli, vi diamo appuntamento a Trento a 1000 metri di altezza immersi nelle Dolomiti della Valsugana.

       Adolfo Peracchi

Classifica TOP GUN

Classifica THE BEST

Guarda le foto gentilmente inviateci da:
Arturo di Benedetto e
Francesco Simoncioni
Guarda il filmato

18. continua

19. Campionato EDF FIAM/ACAME 2018
Modifica data 3a prova EDF FIAM/ACAME

      Per esigenze logistiche, in accordo con gli organizzatori ed i partecipanti, la 3a prova del campionato EDF FIAM/ACAME è stata posticipata al 8 e 9 settembre p.v. come da scheda di iscrizione allegata da inviarsi entro il 5 settembre a paola@fiamaero.it.
       In quella occasione avverrà anche la premiazione dei vincitori del Trofeo Top Gun e del The Best 2018.
       Attendiamo tutti gli appassionati di EDF come al solito numerosi e ben allenati.

 Scheda d'iscrizione

19. continua

20. Campionato EDF FIAM/ACAME 2018
3a prova campionato nazionale EDF FIAM/ACAME

Come già preannunciato la data della gara in oggetto è stata stabilita a nuovo per il 8/9 settembre 2018 a Fornace (Trento) - coordinate GPS: N 46°08’ 232   E 11° 12’ 31”

e si annuncia molto interessante in quanto verrà proclamato il vincitore del TOP GUN FIAM/ACAME 2018 ed il vincitore del THE BEST 2018 ma anche perché verrà annunciato ufficialmente l’abbinamento con il Concorso FIAM/ACAME del Campionato monomarca a squadre F-JET con il modello prodotto dalla FIAM proprio per questo scopo ed in base ad un regolamento che quanto prima pubblicheremo su queste stesse pagine.

Ecco l’elenco dei notevoli premi che verranno distribuiti a Fornace (TN):

Premi assegnabili in base ai risultati ottenuti
1 Coppa in cristallo per il vincitore del “Top Gun”
1 coppa in metallo per il 2° classificato Top Gun
1 coppa in metallo per il 3° classificato Top Gun

1 Coppa  in metallo per il vincitore del “The Best”

Premi assegnabili in base al sorteggio
1 Kit MB 339 prodotto dalla Fly Fly
1 kit Vampire prodotto da Giovenzana
1 radio 2,4 TGY-16
1 caricabatteria B6
1 motore elettrico Dimond Mater-HQ
1 riduttore x motori elettrici Hold Timer
1 servocomando TGY
1 servocomando TGY
1 pilotino XTreme
3 libri 100 anni
2 libri VVC
5 magliette FIAM

Il Gruppo Aeromodellistico Trentino (GAT) sarà felice quindi di ospitarvi a Fornace dove, forse, il pranzo di domenica sarà a base della famosa polenta trentina.

20. continua

21. Campionato EDF FIAM/ACAME 2018
F-Jet – Novità 2019

      Eccoci di nuovo in linea con una novità organizzativa in merito all’utilizzo in gara del F-Jet che andrà in vigore nel 2019.
      La seconda prova del Campionato EDF FIAM/ACAME organizzata dalla Associazione Aeromodellisti Ancona e svoltasi sull'Aviosuperficie Valcesano ha riscontrato una notevole partecipazione di appassionati provenienti da varie regioni italiane ed è quindi venuto spontaneo, dopo ampia consultazione con vari personaggi del nostro mondo,  stimolare una naturale e sana rivalità regionale impostando questo nuovo regolamento “Campionato F-Jet a squadre” per l’anno sportivo 2019.
      Poiché il F-Jet è molto versatile in quanto ha una bella estetica, è un buon acrobatico ed ha una velocità di buon livello, la FIAM ha ritenuto che potesse fare bella figura anche all’estero e pertanto ecco nascere l’idea di una spedizione all’estero, traguardo che sarà possibile conquistare da una squadra Regionale o Macro Regionale composta da tre aeromodellisti iscritti alla FIAM o all’ACAME in base al regolamento specifico per squadre regionali che sotto viene riportato.
      Le prove/selezioni si disputeranno unitamente alle gare TOP GUN e THE BEST del Campionato EDF organizzato dalla FIAM/ACAME nel 2019 mentre la meta estera sarà comunicata in tempo utile.
N.B.: La prova “0” di questo nuovo programma verrà effettuata in occasione della terza prova del campionato EDF FIAM/ACAME in programma a Trento il 8/9 settembre 2018.

Regolamento (provvisorio) F-Jet a Squadre 2019

  1. La Squadra Regionale o la Squadra Macroregionale è composta da 3 concorrenti appartenenti alla stessa regione, denominata Squadra Regionale….,  o all'unione delle regioni limitrofe denominata Squadra  Macroregionale …….,
  2. deve essere rappresentata da un Caposquadra ed avere un simbolo identificativo,
  3. deve accreditarsi presso la FIAM/ACAME entro il 30 settembre 2018 inviando la scheda apposita (in via di preparazione),
  4. deve organizzarsi per partecipare al meglio al Campionato Nazionale EDF FIAM/ACAME 2019

Le Squadre così organizzate godranno dei seguenti benefici:

  1. iscrizione GRATUITA alla/alle gara/e,
  2. partecipazione GRATUITA al banchetto e al pranzo della domenica di gara,
  3. classifica SEPARATA per Regioni e Macroregioni con assegnazione di premi specifici,
  4. assegnazione in COMODATO D'USO al Caposquadra Regionale o Macroregionale di un kit F-Jet versione base,
  5. Il Caposquadra, sotto la sua responsabilità, si impegna a costruire o far costruire il F-Jet al meglio ed a presentarlo in volo nelle Gare di Campionato F-Jet a squadre del 2019,
  6. l’ F-Jet dovrà essere esibito in volo (vedi sotto le prove di volo) da ognuno degli appartenenti la Squadra Regionale o della Squadra Macroregionale,
  7. possibilità di partecipare singolarmente alla selezione F-Jet per la partecipazione a una Gara EDF in una nazione extra Italia a spese dello sponsor FIAM ed in base allo specifico Regolamento operativo in via di definizione.

Avvertimenti:

  • la FIAM pone a disposizione dei partecipanti anche altri kit del F-Jet da acquistarsi separatamente ad un prezzo particolare,
  • la FIAM pone a disposizione dei partecipanti, a prezzo particolare, i pezzi di ricambio necessari per riparare o sostituire il F-Jet eventualmente danneggiato,
  • i concorrenti della Squadra Regionale o della Squadra Macroregionale potranno partecipare al Campionato EDF FIAM/ACAME che si svolgerà in parallelo al Campionato F-Jet a Squadre ma con altro modello,
  • in occasione della gara di Trento del 8 e 9 settembre 2018 sarà possibile testare il nuovo regolamento 2019 per il Campionato F-Jet a Squadre.
  • per partecipare alla gara all’estero il partecipante dovrà essere iscritto alla FIAM o all’ACAME.

Cosa è il Comodato d'uso

  • Il Comodato d’uso è a titolo gratuito ed è retto da un contratto in cui una parte (detta Comodante e cioè la FIAM) consegna all’altra (Comodatario e cioè il Caposquadra della Regione o della Macro Regione) il Kit del  F-Jet per un determinato periodo di tempo e per lo scopo suesposto.
  • Il Comodatario ha l’obbligo di riconsegnare il bene al proprietario (cioè il Comodante) alla scadenza qualora non abbia ottemperato agli obblighi di cui sopra.
  • Il Comodatario può utilizzare il bene solo per la durata e l’uso pattuiti, custodendolo “con la diligenza del buon padre di famiglia”.
  • Il Comodatario non può cedere ad altri il diritto di godere del bene, senza esplicito consenso del Comodante.
  • Se il comodatario non rispetta tali obblighi contrattuali, il Comodante può richiedere l’immediata restituzione del bene.
  • Sono a carico del Comodatario tutte le spese sostenute per servirsi del bene.

Suggerimenti per la formazione delle Squadre Regionali o squadre Macro Regionali

Squadra Macro Regionale: Piemonte, Liguria, Valle d’Aosta
Squadra Regionale: Lombardia
Squadra Macro Regionale: Trentino, Veneto, Friuli Venezia Giulia
Squadra Macro Regionale: Emilia Romagna, Toscana
Squadra Macro Regionale: Marche, Umbria, Abruzzo e Molise
Squadra Macro Regionale: Lazio, Campania
Squadra Macro Regionale: Puglia, Basilicata
Squadra Macro Regionale: Calabria, Sicilia, Sardegna

N.B.: Se una Regione di quelle accorpate nella Macro Regione ha la possibilità di schierare tre componenti  per l’intera durata del campionato, la Regione diviene autonoma agli effetti del presente regolamento ed è anche possibile iscrivere più Squadre Regionali o Squadre Macro Regionali purché composte da altri tre aeromodellisti piloti.

Prova Abilità e Prova Velocità

  1. Sono ammessi al Concorso solo i modelli F-Jet propulsi a ventola intubata elettrica (EDF),
  2. l’unica frequenza radio ammessa è la 2,4 GHz, sono ammessi sistemi elettronici di guida anche automatici purché il modello sia pilotato esclusivamente a vista,
  3. il F-Jet dovrà essere munito di simulacro di pilota  in scala e la sua  mancanza comporta una riduzione dei punteggi ottenuti del 10%,
  4. in ciascuna gara del Concorso FIAM/ACAME sono previste 2 prove di volo per ogni concorrente iscritto denominate rispettivamente  Prova di Abilità (PA) e Prova di Velocità (PV),
  5. la massima altezza di volo è di 70 mt. ground salvo che la gara/incontro si svolga su di un area segregata e cioè con autorizzazione ATM 03 per la quale varranno i limiti stabiliti in sede di approvazione,
  6. l’altezza minima di volo nelle due prove non dovrà essere inferiore a mt. 30 ground,
  7. nella Prova di Abilità ogni pilota iscritto dovrà effettuare le figure acrobatiche di seguito descritte, ma la scelta della sequenza è personale e deve essere indicata nella scheda di volo consegnata all’atto dell’iscrizione,
  8. le figure di volo vanno annunciate dall’aiutante pronunciando ad alta voce la parola Via ed appena terminata la parola Stop,
  9. tutte le manovre, al loro temine, dovranno “sfogare “ verso l’esterno e mai verso il pubblico, pena l’annullamento della prova,
  10. ogni pilota iscritto dovrà eseguire la Prova di Velocità come previsto nell’apposito paragrafo,
  11. il decollo e l’atterraggio, salvo diversa decisione del Direttore di gara,  dovranno avvenire con il pilota iscritto posizionato parallelamente alla linea di decollo e di atterraggio del F-Jet,
  12. nella Prova di Velocità non è ammesso il decollo con lancio a mano,
  13. l’uso del carrello retrattile e/o dei  flaps nella Prova di velocità comporterà una decurtazione del 15% sulle velocità ottenute a prescindere dal loro uso,
  14. ai fini della classifica verrà considerata la sommatoria dei punteggi più alti ottenuti nelle due prove,
  15. Il pilota iscritto, per effettuare la Prova di Velocità, potrà apportare qualsiasi modifica al proprio F-Jet tranne l’eliminazione del carrello,
  16. se il pilota iscritto delega un altro pilota a gestire il volo del proprio aeromodello i punteggi ottenuti verranno decurtati del 30%,
  17. i punteggi nelle due prove sono così calcolati:
    Il 1° classificato conquista 25 punti, il 2° punti 18, il 3° punti 15, il 4° punti 14, il 5° punti 13, il 6° punti  12, il 7° punti  11, il 8°punti 10,  il 9° punti 9, il 10° punti 8, il 11° punti 7, il 12° punti 6, il 13° punti 5, il 14° punti 4, il 15° punti 3, il 16° punti 2, il 17° punti 1,
  18. i punti conquistati da un pilota iscritto in una squadra verranno sommati ai punti ottenuti dagli altri concorrenti appartenenti alla stessa squadra,
  19. per la classifica finale a squadre vale la somma dei  punteggi ottenuti da ciascun componente la squadra nei lanci effettuati.

Prova di Abilità (PA)
Elenco prove di volo

  1. decollo. (punteggio da 0 ad 6)
  2. volo circolare orizzontale (punteggio da 0 a 6)
  3. 2 looping consecutivi (punteggio da 0 ad 8)
  4. 1 tonneau (punteggio da 0 ad 8)
  5. 1 otto in piano (punteggio da 0 ad 8)
  6. 1 immelman ((punteggio da 0 ad 10)
  7. 2 giri vite (punteggio da 0 a 10)
  8. atterraggio (punteggio da 0 ad 8)

Prova di Velocità (PV)

  1. La prova di velocità è divisa in tre fasi: velocità massima lineare (VML), velocità lineare minima (VLM), velocità di trazione verticale (VTV).
  2. tra una fase e l’altra, che vanno  effettuate nella sequenza sopra sopraindicata, deve essere effettuato almeno un giro di assestamento mentre il via della prima fase avverrà dopo il  giro di assestamento successivo al decollo,
  3. ogni fase dovrà iniziare sempre dal volo rettilineo e non da volo fiondato verso il basso o verso l’alto,
  4. l’inizio di ognuna delle 3 fasi va annunciata dall’aiutante pronunciando ad alta voce la parola Via ed appena terminata la parola Stop,
  5. la prova VML consiste nell’effettuare un passaggio lungo almeno 30 mt. a quota compresa tra mt. 30 e mt. 70 in sottovento e poi, al ritorno, in sopravento. La media dei due passaggi costituirà la velocità massima ottenuta dal F-Jet,
  6. la prova VLM consiste nell’effettuare un passaggio lungo almeno 30 mt. a quota compresa tra mt. 30 e mt. 70 prima in sottovento e poi, al ritorno,  in sopravento. La media dei due passaggi costituirà la velocità minima ottenuta dal F-Jet,
  7. La prova VTV consiste nel raggiungere la velocità massima in salita effettuando un tratto di 30 mt. dopo che, con inizio dinnanzi al pilota, il F-Jet dalla fase rettilinea si dirigerà verso l’alto tra l’altezza minima di mt. 30,0 e l’altezza massima di mt. 70,0 ed il pilota iscritto dovrà effettuare due prove VTV intervallate da un giro di assestamento la cui media costituirà la velocità di trazione verticale ottenuta,
  8. Il display di volo e quindi di controllo da parte del commissario che imbraccia il Radar ha un’ampiezza di ca 60° con al centro il  pilota iscritto,

N.B.: la velocità nelle tre prove verrà rilevata da Radar Gun Bushnell 101911 omologato fino a 322 kmh e fornito dalla FIAM

   Descrizione: Macintosh HD:Users:adolfoperacchi:Desktop:41NBBjKpgfL._AC_US436_QL65_.jpg

Buone vacanze ed arrivederci il
7/8 settembre a Trento

21. continua